CORONAVIRUS: moratoria per il pagamento delle rate di debiti ipotecari

 

A causa della crisi sanitaria causata dal coronavirus, il governo spagnolo ha approvato varie misure di sostegno per coloro il cui reddito è interessato dagli eventi negativi.

Tra le altre misure il Regio Decreto-legge 7/2020 del 12 marzo e il Regio Decreto-legge 8/2020 del 17 marzo prevedono una moratoria per il pagamento delle rate dei debiti ipotecari per coloro che si trovano in una situazione di cosiddetta “vulnerabilità economica”

 Di seguito spieghiamo quali elementi prendere in considerazione per usufruire di tale agevolazione.

Il Regio Decreto-legge n. 8/2020 include nella moratoria unicamente i contratti di prestito con garanzia ipotecaria per l’acquisizione della residenza abituale; non sono inclusi altri tipi di contratti di prestito.

Possono accedere a questa moratoria tutte le persone che si trovano in una situazione di vulnerabilità economica. Le ipotesi di vulnerabilità economica, a seguito dell’emergenza sanitaria causata da COVID-19, sono definite come segue:

  1. a) quando il debitore ipotecario perda il lavoro o, nel caso sia un imprenditore o un professionista, subisca una sostanziale perdita di reddito o un calo sostanziale del proprio fatturato;
  2. b) quando il reddito complessivo dei membri del nucleo familiare non abbia superato, nel mese precedente alla richiesta di moratoria, il limite di tre volte l’indicatore mensile di reddito pubblico agli effetti multipli (IPREM); detto reddito non può essere superiore a 1.613,52 euro. Questo limite aumenta in presenza di figli, persone con disabilità o maggiori di 65 anni.
  3. c) quando la rata del mutuo, comprese le spese e gli oneri accessori, sia maggiore o uguale al 35 percento del reddito mensile netto dell’intero nucleo famigliare.
  4. d) quando, a seguito dell’emergenza sanitaria, il tenore di vita familiare ha subito un significativo peggioramento.

La richiesta deve essere indirizzata alla banca da parte del titolare del rapporto di mutuo.

La richiesta deve essere accompagnata dalla documentazione che accredita la situazione di speciale vulnerabilità.

Una volta ricevuta la richiesta, la banca dovrà applicare la moratoria entro un periodo massimo di 15 giorni. La richiesta di moratoria presuppone la sospensione del debito ipotecario e la non applicazione della clausola di scadenza anticipata.

Durante la durata della moratoria, la banca non può richiedere il pagamento degli interessi.

La moratoria può essere richiesta fino a 15 giorni dopo la fine delle misure straordinarie previste dal Regio Decreto-legge n. 8/2020 che, allo stato attuale, terminano il 18 aprile 2020.

Tale durata potrebbe essere prorogata, attraverso l’approvazione di un altro Regio Decreto-legge.

Noi di Canarie Consulting siamo a vostra disposizione per qualsiasi assistenza e/o approfondimento.

Avvocato Karem Gomez

Canarie Consulting