A cosa serve il NIE

Lavorare alle Isole Canarie: il NIE

Il NIE non ha colori

 

Spesso si fa una grande confusione riguardo il NIE; addirittura a volte viene equiparato a un permesso di soggiorno.

 

Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

 

Tutti i cittadini stranieri che per propri interessi economici, professionali o sociali, hanno rapporti con la Spagna, devono richiedere il NIE (Número de Identidad de Extranjero) che è un numero personale, unico ed esclusivo.

 

Questo numero identificativo è lo stesso che viene assegnato per ogni inizio di rapporto con le autorità spagnole.

 

Da qui la confusione che si fa generalmente chiamando impropriamente il certificato di residenza, NIE verde.

 

NIE verde è solo una semplificazione utilizzata dai più per indicare il certificato di residenza; se a un pensionato chiedono il CUD o il certificato di pensione tradotto e legalizzato o plurilingue, non è per il rilascio del primo numero di NIE, ma per il rilascio del certificato di residenza.

 

Lo stesso avviene se un cittadino richiede una nuova patente di guida in Spagna; il numero della nuova patente corrisponde al primo numero assegnato in occasione del rilascio del NIE.

 

Un altro esempio? Quando si inizia un’attività come autonomo, il numero di NIF (Número de Identificación Fiscal) corrisponde anche in questo caso al numero del NIE.

 

La richiesta del NIE si può presentare presso la Dirección General de la Policía o anche presso l’Ufficio Consolare competente per la circoscrizione di residenza del cittadino straniero.

 

Unitamente al modulo di richiesta compilato, si deve consegnare una copia di un documento valido in cui sono specificate le generalità del titolare (per i cittadini dell’Unione Europea è sufficiente la copia della carta d’identità) e si deve indicare e documentare il motivo della richiesta.

 

La tassa da pagare per il rilascio è di 9,45 euro.

 

Il numero di NIE è un numero definitivo al quale non è mai possibile rinunciare; non esiste il NIE provvisorio.